5 minuti e si va in scena di Angela “Angy” Giunchi

Dall’esercizio di Storytelling “Le ambizioni sbagliate”

Classe di Storytelling di Gennaio 2018 (esercizio creato da Deda Fiorini)

Autore del racconto: Angela “Angy” Giunchi

Era un tipo anonimo e piuttosto insignificante.
La sua risata era simile al raglio di un somaro: hihihihiioioioio.
L’angoscia lo assaliva tutte le volte che si presenta e doveva intraprendere una conversazione.
Quel groppo in gola era sempre più inteso e la sua voce cominciava e tremare, e voilà …
tutto da un tratto quella strana e ridicola risata.
Uffa non era proprio possibile, continuare così!
Lui non era quel ridicolo e impacciato ragazzo che tutti deridevano.
Aveva grandi progetti, era un attore.
Un profondo respiro.
Quel ricordo che conservava gelosamente: il profumo del pane appena sfornato, che lo riportava bambino…e tutto…piano piano si acquietava.
La sua voce tornava serena, profonda e quello stupido raglio tornava là, da dove era arrivato.
“ 5 minuti e si va in scena”
Gli occhi si chiudono, ufffffff un profondo respiro, la mente è pervasa da quel dolce profumo….
si comincia!
Un inteso scroscio di applausi “bis bis bis “
Sì è proprio vero, questa volta ha vinto lui !

Angela “Angy” Giunchi

 

Se vuoi fare anche tu l’esercizio “Le ambizioni sbagliate” clicca di seguito

 sul sito della storyteller Deda Fiorini trovi tutti i passaggi.

Per partecipare ad un  corso di Storytelling o scrittura creativa scrivi a info@urbanfabrica.com oppure vai sul sito www.urbanfabrica.com e scopri tutti i nostri incontri, iniziative e progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.