Un ragazzo banale di Elena Valzania

Dall’esercizio di Storytelling “Le ambizioni sbagliate”

Classe di Storytelling di Gennaio 2018 (esercizio creato da Deda Fiorini)

Autore del racconto: Elena “Epunto” Valzania

 

Non vi interesserà sapere la storia di un ragazzo banale…

Lui era il figlio più piccolo di una donna senza ambizioni.
Non si accontentava di quello che aveva, del luogo in cui viveva, del cibo che mangiava…
Voleva essere come quei ragazzi che vedeva nella piazza, all’uscita della scuola, vestiti bene, sicuri di loro, sorridenti.
Avevano lasciato la scuola, passavano la giornata seduti sulle moto con i telefoni in mano, ridevano forte, ogni tanto si allontanavano per i loro affari.
La gente diceva che avevano a che fare con la droga, che erano dei poco di buono, ma a lui questo non faceva effetto, non importava.
Voleva essere come loro, non sentire più il senso di inadeguatezza, non voleva più sentirsi fuori posto nei suoi vestiti di seconda mano..
La sua ambizione era forte, la sentiva, voleva riuscire, voleva provare, stava cercando il modo di avvicinarsi a loro, di proporsi. Non sarebbe stato difficile, si trattava solo di cominciare, in fin dei conti non era nulla di grave, un lavoro pulito.
Fantasticava, sognava, immaginava un futuro diverso.
Lo sdreng sdreng del telefono lo riportò alla realtà, improvvisamente, un odore, l’odore di casa, l’odore del cibo, forte come un richiamo, lo invase dalla pianta dei piedi alla punta dei capelli.
Lui era il figlio più piccolo di una donna senza ambizioni e si incamminò verso casa.

Elena Valzania
Epunto

Se vuoi fare anche tu l’esercizio “Le ambizioni sbagliate” clicca di seguito

 sul sito della storyteller Deda Fiorini trovi tutti i passaggi.

Per partecipare ad un  corso di Storytelling o scrittura creativa scrivi a info@urbanfabrica.com oppure vai sul sito www.urbanfabrica.com e scopri tutti i nostri incontri, iniziative e progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.